⁓ Ossessioni e Compulsioni ⁓ 

 

COSA?

Ripetere tante, tante, tante volte. Controllare, verificare, ordinare, o magari pulire e ripulire, non toccare, non contaminare. Tante, tante, tante volte. Ognuno di noi ha le sue piccole ossessioni, ci appaiono spesso assurde, immotivate, ma non possiamo farne a meno. Ci ridiamo su, esorcizziamo. Sono il nostro piccolo segreto con le persone che ci conoscono più da vicino. Niente di cui preoccuparsi, pare. Ma ad un certo punto possono diventare un problema e arrivare ad intrappolarci in quel circolo vizioso così odioso e di cui al tempo stesso non riusciamo a fare a meno, fino a rallentarci e a volte a rendere impossibili per noi alcune attività.

 

DOVE?

Alla guida, negli ambienti esterni dove transitano tante persone, in bagno, a casa nostra o in ufficio. In alcune attività in particolare, come nello studio e nel lavoro, quando sentiamo che è così importante fare bene che per riuscire nel nostro intento possiamo imbastire impalcature talmente elaborate da focalizzarci pienamente sul processo, tanto da perdere di vista l’obiettivo.

 

COME?

Cercare di controllarle difficilmente si rivela una strategia efficace. Sembra che più tentiamo di allontanarle, eliminarle e soffocarle, più si fanno presenti ed ingombranti. A volte cerchiamo di nasconderle, ai nostri occhi e agli occhi degli altri. Ce ne vergogniamo. Ci fanno sentire strani, diversi, ma non possiamo farne a meno. Mettiamo in atto sempre le stesse strategie per cercare di liberarcene, così che la ripetitività sembra fagocitare anche tentativi di soluzione.

 

QUINDI?

È necessario spezzare la catena. Chiedere un aiuto esterno può permettere di inserire un nuovo elemento in quell’ingranaggio così ben oliato e così apparentemente inarrestabile che ci sta schiacciando. Lo psicoterapeuta accompagna a guida la persona a creare una nuova cornice e un nuovo sfondo, in cui quegli ingranaggi possano trovare nuovi incastri e funzionamenti, che permettano di tornare a sentirsi padroni delle proprie scelte e non più vittime di un circuito che ingabbia.




Puoi rivolgerti a noi per qualsiasi cosa non ti faccia stare bene: a volte può essere una sensazione generica di disagio, altre volte un disturbo con caratteristiche più specifiche.

Se sei su questa pagina, forse ti ci sei riconosciuto o riconosciuta.

 

Se stai vivendo questo, noi di Con te all’estero ti possiamo aiutare. Contattaci per fissare un incontro: il primo è gratuito.

 

Puoi rivolgerti a noi solo se vivi all’estero? Assolutamente no.

Anche se abbiamo un focus sul mondo expat, siamo psicologi e psicologhe a 360°. Se ti riconosci in queste o altre difficoltà, puoi intraprendere un percorso con noi anche se vivi in Italia.

Puoi rivolgerti a noi per

Con te all'estero


Richiedi ulteriori informazioni